NEVE COSMETICS | NUOVI ROSSETTI Dessert à Lèvres: recensione, swatch, comparazioni, armocromia

Bentornati Dessert à Lèvres!
Non sono solita a sentimentalismi ma vi confesso che sono un po' emozionata.
I Dessert à Lèvres nascevano cinque anni fa e Neve Cosmetics mi contattò, per la prima volta, inviandomi in anteprima due rossetti, Cherry Pie ed Almond Cookie. Mi sentivo onorata e gratificata per il lavoro che avevo svolto sino a quel momento. Oggi sono andata a vedere quel vecchio post e non vi nascondo che mi sono vergognata. Foto pietose e contenuto inesistente. Dopo cinque anni il blog è cresciuto tantissimo ed io affronto tutto questo con più consapevolezza. E penso di aver subito anche io le stesse sorti dei Dessert à Lèvres, ho lavorato ogni giorno ai contenuti di questo blog per migliorarlo e renderlo sempre più utile e gradevole a tutte voi che mi siete sempre state vicine in questo percorso. Mi sento riformulata! Adesso sono molto più critica verso i prodotti ma da allora il mio entusiasmo nel provare un rossetto nuovo non è cambiato. E credo che questo non cambierà mai...


Per presentarvi i nuovi rossetti Neve Cosmetics devo necessariamente fare un riferimento ai vecchi. I Dessert à Lèvres avevano una consistenza morbida che, a contatto con cibo o bevande, tendeva a sbavare. La pigmentazione non era alta e per ottenere un colore pieno sulle labbra era necessario fare più di una passata. Il finish era abbastanza lucido. La tenuta media ma scarsa durante i pasti. Personalmente, non li ho mai considerati un disastro ma, al contrario, li ho sempre consigliati a tutte quelle che volevano un prodotto con ingredienti buoni senza rinunciare a colori originali. Nella vecchia formulazione io ho avuto Cherry Pie, Almond Cookie, Sakura Mochi, Plum Cake, Strawberry Sundae e Chocolate Eclaire. Adesso non ne ho più nessuno di questi perché o li ho consumati o li ho regalati. 


La prima novità dei Dessert à Lèvres riguarda il vestito! Il packaging è cambiato sia esteticamente che qualitativamente. Se prima si presentavano in uno stick in plastica viola orchidea un po' ingombrante, adesso abbiamo un elegante bullet in alluminio lilla dalla superficie liscia e specchiata. La chiusura con clip assicura che il rossetto non possa aprirsi accidentalmente anche se buttato in borsa. Sul fondo c'è l'etichetta dello stesso colore del rossetto con indicazioni quali il nome della colorazione. La nuova formula è vegetariana, vegana, priva di petrolatum, parabeni e siliconi. Il finish è omogeneo, coprente e intenso. La texture è cremosa e concentrata: basta una sola passata per avere un colore pieno e vibrante. L'azienda ha definito questi rossetti come opachi e soft-matt ma, al riguardo, non sono d'accordo. Premesso che i rossetti matt sono abbastanza asciutti, per non dire secchi, e sulle labbra il colore è piatto e non riflette la luce; questi Neve Cosmetics sono, già a vederli dallo stick, luminosi e cremosi.


Recensione

Se guardate con attenzione le foto potete notare che molti stick risultano sbeccati nonostante fossero nuovi. Ciò perché la formulazione è abbastanza morbida. Dovete fare molta attenzione a come chiudete lo stick o rischiate di rovinare la parte superiore. Lo stick è, per fortuna, fissato bene alla base e non vi capiterà che il rossetto si stacchi se fate troppa pressione durante l'applicazione. Non escludo, però, che ciò possa capitare quando le temperature si alzeranno. Dal mio punto di vista, questi rossetti hanno caratteristiche simili ai SATIN di Mac: consistenza cremosa e confortevole sulle labbra, colore opaco, pigmentazione alta. Sulle mie labbra i Dessert à Lèvres rimangono luminosi (non lucidi) anche per diverse ore. Potete tamponarli con una velina per ottenere un finish più opaco subito. La durata è eccezionale e di gran lunga superiore ai satin di Mac appena menzionati. Resistono benissimo ai pasti e, anche a distanza di ore, il colore rimane pieno sulle labbra. Come potete notare dalla foto che segue ho avuto difficoltà a struccarli dal braccio tanto è alta la pigmentazione. Sulle labbra, invece, riesco a struccarli senza faticare troppo. Un vantaggio di questa formula creamy è che il rossetto può essere ritoccato più volte durante il corso della giornata senza che si crei un antiestetico accumulo di prodotto sulle labbra. Il rossetto va via in modo omogeneo e sulle labbra rimane sempre un alone di colore uniforme anche quando è andato via del tutto. Dal momento che la consistenza è cremosa vi consiglio di utilizzare sempre una matita labbra se avete i contorni poco definiti così vi assicurate che il rossetto non sbavi. In queste foto vedete i rossetti applicati senza matita labbra per evitare di modificare il colore di ogni singolo rossetto. Applicando direttamente dallo stick si riesce ad essere precisi ed il risultato mi soddisfa comunque molto. Questa nuova formulazione mi piace moltissimo perché sulle labbra sono confortevoli anche dopo molte ore e non ho mai avvertito la sensazione di labbra secche. Sono rimasta impressionata dalla durata che, nel mio caso, è uguale a quella dei rossetti Mulac. Il fatto che la consistenza sia cremosa e non asciutta è, dal mio punto di vista, un pregio perché le labbra risultano visivamente più piene e voluminose. La profumazione dei Dessert à Lèvres è molto dolce, ricorda la vaniglia gourmet ed io riesco addirittura a percepirne un sapore dolce durante l'applicazione.


Nella descrizione dei colori che seguirà farò riferimento alle stagioni armocromatiche. L'armocromia è quella disciplina che, tramite un'analisi della reazione della nostra pelle ai colori, ci aiuta a capire quali sono i colori che ci donano di più. Se vuoi conoscere la tua stagione clicca qui. La mia stagione è quella delle Inverno Profondo Soft e la mia temperatura è abbastanza neutra, motivo per cui mi stanno discretamente bene anche alcuni colori caldi. 


Almond Cookie

Nude biscotto rosato dal sottotono color caramello.
Sono sempre stata affezionata a questo rossetto e, rispetto alla precedente formulazione, il colore non è cambiato. E' un nude color caramello dalla temperatura abbastanza calda. La tonalità è leggermente pastosa e per questo risulta adatta alle Autunno, nello specifico ASC e AA.


Come matita per il contorno labbra potete utilizzare la pastello Symbol che risulta abbastanza simile anche se è più spenta e soft. Il rossetto 01 di Purobio e Bye Bye Birdie di Nabla sono davvero somiglianti ad Almond Cookie ma risultano meno caldi e la componente caramello, una volta indossati, manca del tutto. 


I rossetti caldi e chiari non sono di certo tra quelli che mi stanno meglio e non posso permettermi di indossarli quando ho il viso stanco o vado di fretta. Devo realizzare dei make up costruiti dando intensa definizione agli occhi per risultare un minimo valorizzata da un rossetto del genere.
Accordate il blush al colore del rossetto per dare armonia al vostro viso.


Panna Cotta

Nude rosato freddo. Tonalità dolce, delicata e naturale.
Panna cotta è un colore romantico, delicato, che accenna con timidezza al calore della primavera. Un equilibrio raffinato di rosa e marrone. La sua temperatura è neutra e tende al caldo. Anche se l'azienda lo descrive come un tono freddo, io riesco a vederci del calore e confrontandolo con altri rossetti caldi ne ho avuto la conferma. Rispetto al precedente Almond Cookie la sua temperatura calda è meno decisa, quindi non escludo che Panna Cotta possa star bene anche a chi ha un sottotono neutro freddo. Sulla labbra si stende facilmente risultando confortevole e la durata, per essere un tono chiaro, è molto buona. Purtroppo, nessuna delle matite labbra in mio possesso ha un colore ideale per il giusto match con questo rossetto. In armocromia, Panna Cotta va bene per le Primavere Chiare Soft. 


Pur amando indossare i nude rosati, non ho molti rossetti in questo tono. Ho scelto per le comparazioni My Rent Boy di Mulac che ha la stessa temperatura neutro calda ma risulta più pastoso e con una percentuale più visibile di grigio e il 12 di Purobio che vira più al pesca ed ha una vivacità che a Panna Cotta manca. 


I nude su base rosa mi stanno un po' meglio rispetto a quelli su base marrone e riesco ad indossarli anche quando sul resto del viso sono praticamente struccata. Adoro abbinarli con make up occhi realizzati sui toni del viola caldo come l'ombretto Fiori d'ombra di Neve Cosmetics.


Pink Donut

Rosa corallo delicato, frizzante e zuccherino.
Pink Donut è un rossetto energico che trasmette emozioni positive. Ha il brio del corallo mitigato dalla tenerezza del rosa. La sua temperatura è neutro calda e può essere adatto a chi cerca un rossetto discreto senza rinunciare ad un po' di esuberanza. Non è un nude ma al contrario è un rossetto dal croma medio che su alcune potrebbe addirittura risultare acceso. In armocromia, va bene per Primavera Chiara ma anche per quelle Primavera Brillante che cercano un rossetto da giorno. 


Il rossetto 09 di Purobio è adatto alle Primavera Chiara ma rispetto a Pink Donut risulta più spento e la percentuale di rosa è minore. 


Pink Donut su di me vira più al rosa che al corallo e, nonostante sia un tono diverso da quelli che indosso di solito, mi piace molto e lo trovo adatto per le giornate di sole. Potete notare che risulta abbastanza chiaro ed acceso perché la mia profondità è maggiore rispetto a quella del rossetto e, quindi, inevitabilmente risulta più chiaro. Sulle ragazze che hanno, invece, una profondità da media a bassa risulterà ben armonizzato. Questo è uno dei toni più interessanti tra tutti i Dessert à Lèvres e vi consiglio di provarlo se volete dare un po' di verve al vostro viso.


Sakura Mochi

Rosa scuro freddo dal sottotono malva.
Sakura Mochi è stato il rossetto più amato dalle ragazze con sottotono freddo. Sedetevi e preparatevi allo scoop! Sakura Mochi nella nuova formulazione è caldo. CALDO. Sì, caldo! In commercio, troviamo un'infinità di rossetti rosso freddo ma quando si tratta di toni medi sono quasi sempre caldi. E purtroppo, anche Sakura Mochi ha cambiato sponda lasciando i delicati toni del malva per approdare nei lidi del dusty pink. Vi dico già che questo sarà un rossetto difficile e sono già pronta a consolare tutte quelle che mi diranno "ma su di me è diverso!". La sua temperatura neutro calda, il suo croma medio e la sua profondità media lo rendo difficile da analizzare armocromaticamente. Ritengo, però, che l'unica stagione che possa indossarlo bene è la Primavera Chiara. Ci sono molte Primavere Chiare stanche dei rossetti pastello adatte a loro e desiderose di provare qualcosa che sia leggermente più profondo senza però risultare scuro. Sakura Mochi è il rossetto che cercate. Sulle ragazze molto calde può addirittura risultare freddo e lo sconsiglio, pertanto, alle Primavera Assoluta. Sulle ragazze più profonde, Autunno Soft Profondo, probabilmente risulterà acceso. 


Ho scelto di compararlo alla pastello labbra Amore, un tono prettamente caldo e frizzante,  per mostrarvi come la temperatura di Sakura Mochi sia effettivamente cambiata rispetto alla vecchia formulazione. Amore risulta più chiara e più aranciata ma riuscite comunque ad utilizzarla per la definizione del contorno. Venendo alla comparazione con i rossetti, ho scelto Brick di Nouveau Cosmetics e Ombre Rose di Nabla. Il primo, che su ragazze fredde risulta anche abbastanza marrone, rispetto a Sakura Mochi è decisamente freddo. Il secondo appare chiaramente più freddo rivelandosi per il rosa malva che è. 


Su di me lo amo! Mi piace moltissimo perché, nonostante tenda al caldo, la sua temperatura è di base neutra e per questo riesco ad indossarlo senza che mi spenga o mi invecchi. 


Plum Cake

Color prugna beige intenso ed elegante.
Anche la colorazione di Plum Cake è diversa rispetto alla precedente. Non è cambiato il fatto che, sia prima che ora, Plum Cake rimane un rossetto molto particolare e di cui risulta quasi impossibile prevedere come starà. Nella versione attuale vedo una percetuale di rosso che prima mancava e nel complesso il colore risulta molto più sofisticato e chic. Un rossetto adatto a quella donna che non deve dimostrare nulla perché è sicura di stessa e del suo valore. Un rossetto fascinoso che dona un velo di mistero a chi lo indossa. Perdonate l'eccesso di poesia ma ho sempre amato Plum Cake e nella sua nuova versione mi piace ancora di più. La sua temperatura è molto neutra e contiene in egual modo grigio e marrone. Queste determina una sola cosa: risulterà freddo sulle calde e caldo sulle fredde. Starà benissimo sulle neutrissime. Come sapete, preferisco che toni come questi vengano indossati dalle neutro-calde perché ne risulteranno più seducenti. Direi, quindi, che è un rossetto adatto ad Autunno Soft Profondo, ad esclusione di quelle molto calde, ma può star bene anche ad alcune Inverno Profondo Soft. 


Da questi swatch Plum Cake appare molto tendente al rosso anche se possiamo comunque notare la sua componente grigia che è molto forte. La pastello Vino può essere usata per fare il contorno anche se la sua temperatura è nettamente più fredda. Rudolph di Mulac è uno dei rossetti più chiacchierati del web perché, al pari di Plum Cake, su alcune risulta rosso su altre molto grigio. Dalla comparazione sono molto simili anche se Rudolph è più grigio e, quindi, più freddo. Kernel di Nabla è molto più plum e freddo.


Sulle mie labbra risulta abbastanza profondo perché questo genere di rossetti su di me tende a scurirsi tirando fuori la componente plumbea. Motivo per cui preferisco indossare Plum Cake di giorno quando la luce del sole rischiara questo tono un po' cupo. 


Chocolate Eclair

Rosso caldo intenso dal sottotono marrone cioccolato.
Arriviamo, finalmente, ad un colore facile. Nessun sottotono ambiguo ma solo un bellissimo rosso mattone caldo. Sulle labbra risulta avvolgente e profondo il giusto. Non risulta acceso ma non è nemmeno scuro come la maggior parte dei rossi su base marrone. Rispetto al precedente è più profondo e risulta più portabile anche da chi non ama i rossetti appariscenti. Purtroppo, seppur nessuna critica si può muovere riguardo il colore, rispetto a tutti gli altri è quello dalla consistenza più cremosa e su di me tende a sbavare se non adotto le dovute precauzioni (matita labbra obbligatoria + tamponare con una velina). In armocromia, è il rossetto che ogni Autunno Profondo dovrebbe avere. Ma chi sono io per vietare l'acquisto alle Autunno Assoluto e Autunno Soft Profondo??? Nessuno, ovvio! 


Vediamo chiaramente come la pastello Vino sia più fredda e soft (cioè, contiene del grigio) rispetto a Chocolare Eclaire. Per il contorno mi trovo benissimo ad utilizzare la matita 41 di Purobio che avendo una consistenza abbastanza asciutta evita che il rossetto possa scappare dai contorni. Il rossetto 08 di Purobio è molto più scuro e marrone di Chocolate Eclair. Grape di Nouveau Cosmetics è più grigio e freddo, emerge una componente vinaccia che negli altri due manca. 


Chocolate Eclaire risulta un po' caldo per il mio sottotono neutro ma me ne frego perché i rossi profondi e caldi sono i miei preferiti. Amo questi toni morbidi e seducenti e trovo che siano molto più semplici da indossare rispetto ai rossi freddi. Con uno smokey eyes marrone è la morte sua 😌


Cherry Pie

Il rosso ciliegia perfetto per ogni carnagione.
Non posso nascondervi la delusione che ho provato quando, indossandolo, ho scoperto che Cherry Pie si fosse trasformato in un rosso caldo. Altro che ciliegia, io ci ho visto un rosso pomodoro. Rimane un bellissimo rossetto ma mi vedo già la delusione di tutte le mie Estati Chiare che sinora avevano tanto amato quel rosso freddo con un alta percentuale di bianco. Cherry Pie ha una temperatura neutro calda e un croma molto alto. Credo che possa stare bene solo alle Primavere Brillanti ma suggerisco l'acquisto a quelle Primavere Assolute che vogliono comunque avere uno dei nuovi Dessert à Lèvres


A memoria, la matita perfetta per Cherry Pie dovrebbe essere  la pastello Teatro che io ho purtroppo terminato proprio qualche settimana fa. Flashback è più spenta e meno rossa mentre Peperoncino è decisamente più calda ed aranciata. Come termine di confronto per questo rossetto, ho scelto Russian Red di MAC che, nonostante abbia una temperatura neutro-fredda, contiene una percentuale di giallo che su alcune ragazze vira al caldo e Crazy Like a Fox di Mulac che condivide la stessa temperatura di Cherry Pie ma è più profondo e, quindi, meno acceso. 


Cherry Pie è perfetto quando voglio un look decisamente bold. Mi sento perfettamente a mio agio con rossetti del genere anche se su di me sono troppo evidenti ed accesi. Ma a chi non piace farsi notare? 


Strawberry Sundae

Fucsia fragola intenso caldo in base rossa.
I fucsia caldi mi emozionano sempre un po', perché nascono da un ossimoro ed ogni volta sono curiosa di vedere quale sarà il risultato sulle labbra. Strawberry Sundae è qualcosa di orgasmico! Un'esplosione di primavera sulle labbra. Un fucsia vivace ed a croma altissimo stemperato da una base leggermente fredda. Questo è un rossetto che sulla maggior parte di noi risulterà non acceso ma incendio! 😤 Adatto alle Primavera Brillante ed Inverno Brillante.


La pastello più adatta per fare il contorno di Strawberry Sundae è Motion, anche se ha una componente calda più forte.


I fucsia freddi non li indosso quasi mai perché ho difficoltà a sentirmici a mio agio, mentre con i fucsia caldi come Strawberry Sundae ho un rapporto più disteso e confidenziale. Nonostante sia troppo vivace ed appariscente per me, adoro indossarlo ed è uno dei colori che secondo me merita di essere acquistato. 


Mousse Framboise

Fucsia lampone freddo, goloso e vivace.
La nuova formulazione di Mousse Framboise non ci porta cambiamenti dal punto di vista nel colore. Ci troviamo di fronte ad un rossetto fucsia neutro freddo dal croma alto. Toni del genere mi piacciono molto se indossati dalle Estati Chiare, sulle Estati Assolute potrebbe risultare poco adatto dal punto di vista della temperatura non spiccatamente fredda. 


La pastello Fenicottero è il match perfetto per questo rossetto anche se ha un croma più basso e contiene più bianco. 


Potete notare come su di me risulti spiccatamente freddo nonostante il rossetto non abbia una temperatura gelida. Questo a riprova che i rossetti danno un risultato diverso da indossati rispetto a come appaiono dallo stick o sul braccio. Non è un colore che mi piace particolarmente ma questa valutazione è condizionata solo dal mio gusto personale. 


Fruit Sushi

Rosa corallo acceso per labbra fresche e vivaci.
Potrei descrivere questo colore semplicemente dicendo: non mi piace! Ma presumo sarebbe poco profescional. Tuttavia, come si fa ad amare un rossetto fluo che potrebbe tranquillamente essere uno Stabilo? Fruit Sushi è un rosa corallo abbastanza acceso e dalla temperatura calda. Colori del genere hanno la tendenza a risultare fluorescenti e per questo ritengo che non siano armocromatici. Di certo, staranno meglio su una Primavera rispetto che sulle altre stagioni. 


Dallo swatch sul braccio è un colore anche abbastanza grazioso ma basta indossarlo per capire che è più di un rossetto, è un aspirante evidenziatore. La mia faccia nella foto che segue dice tutto XD Notate anche come colori così sgargianti vadano ad evidenziare tutti i difetti del mio viso, come borse ed occhiaie. 


COLORI NUOVI (4 NUANCE)

Syrup Waffle

Nude marrone caramello a sottotono caldo, finish opaco. Insolito, croccante, speciale.
Esistono delle creature meravigliose caratterizzate da pelle bianca, lentiggini dorate e cappelli rossi. Syrup Waffle è stato creato per voi, per esaltare la vostra bellezza come fa lo sciroppo d'acero sui waffle. Immaginate la goduria della colata di sciroppo, così sarà questo rossetto sulle vostre labbra. Srup Waffle è un marrone terracota dalla temperatura decisamente calda.  Autunno Assoluto.

La pastello Confusion ha la stessa temperatura del rossetto ma è molto più scura; tuttavia, se si è delicate nell'applicazione la sia riesce comunque ad utilizzare per il contorno senza che si noti lo stacco colore. Cult è più calda ed accesa. Il rossetto Waffle di Mulac ha di simile solo il nome, per il resto è molto più soft, marrone e notiamo come manchi del tutto la componente rossa. 


I rossetti dalla temperatura assoluta stanno bene solo a chi ha un sottotono spiccatamente caldo o freddo. Syrup Waffle su chi ha una temperatura neutra come la mia risulterà troppo caldo e l'aspetto ne risentirà. Si appare più retrò, più antiche. Eccovi, quindi, una preview di Nonna Misshaul XD 

Blueberry Pancake

Fucsia cremoso a sottotono blu. Vellutato, goloso, sensualissimo.
Immagino come possa sentirsi Blueberry Pancake rispetto a tutti gli altri Dessert à Lèvres.  Avete presente la pecora nera del gruppo? E' lui! L'unico rossetto ad avere una temperatura spiccatamente fredda e direi per fortuna perché sto già leggendo la delusione negli occhi di tutte le ragazze con sottotono freddo che si aspettavano qualcosa di adatto a loro. Blueberry Pancake è un color mirtillo con una forte componente violacea che lo rende poco armocromatico. L'armocromia favorisce l'uso di colori che enfatizzino i toni già naturalmente presenti sul viso di ognuna di noi. I rossetti viola non sono armocromatici per il semplice fatto che le labbra viola le hanno solo i morti. Tuttavia, questo genere di rossetti può essere indossato dalle ragazze fredde assolute ( Estate Assoluta e Inverno Assoluto) che ne risulteranno ugualmente valorizzate.


La pastello Witch ha una componente violacea che si avvicina tanto al rossetto ma non è adatta per il contorno perché la sua porfondità è altissima. La lipliner 20 di Purobio, invece, è perfetta per questo rossetto. Vertigo di Nabla è più chiaro e rosato. Cosmic Dancer di Nabla è più scuro e grigio. Candy Cane di Mulac, così come Sugar Plum Fair di Wet n Wild, sono più profondi ed hanno una componente prugna che in Blueberry Pancake manca. 


Su di me risulta molto viola e si riesce ad intravedere anche la componente blu. Non mi valorizza neanche un po' ma non potevo esimermi dal mostrarvelo. Tra l'altro, per via dei pigmenti blu, questo rossetto è il più resistente tra tutti.


Raspberry Jelly

Rosso melograno con una sottilissima satinatura rosata. Elegante e spontaneo.
Raspberry Jelly è la mia nuova ossessione, il rossetto che potrei mettere tutti i santi giorni ed innamorarmene ogni volta come fosse la prima. Il finish differisce dagli altri visti sinora perché è leggermente satinato ed in superficie si possono notare dei delicatissimi riflessi rosati. Il colore è quello di un rosso melograno un po' tostato. Non ho fatto nessuno swatch comparativo perché è un tono così particolare che non ho niente in mio possesso di simile. La temperatura è neutra ma tende al caldo. Andrà sicuramente bene per le Autunno Soft Profondo, ma anche per ESP molto neutre. 


Raspberry Jelly ha una temperatura neutro calda e, purtroppo, non ho trovato nessuna pastello che condivida questa temperatura. Sinora mi sono trovata benissimo ad utilizzare Mandragora perché nonostante la sua temperatura neutro-fredda ha una base colore che si avvicina molto al rossetto e nel complesso non si nota nessuno stacco.



So di non essere oggettiva nel valutarlo, ma trovo che questo rossetto su di me sia perfetto. Lo vedo frizzante quel tanto che basta per ravvivare il viso e dare a qualsiasi look un tocco glam. 

Apfelstrudel 

Malva rosato con perlatura nude. Zuccheroso, ipnotico, sospeso tra brillantezza e sobrietà.
Apfelstrudel ha un sottotono neutro freddo ed è l'unico dei 14 rossetti ad avere un finish metallizzato e la sua consistenza è più asciutta e meno cremosa. La pigmentazione è più bassa e per ottenere un colore pieno ho dovuto fare più di una passata. In armocromia, va bene per le Estate Soft Chiara e volendo anche per le Estate Soft Profonda. 


Non è di sicuro uno tra i colori che più mi valorizza ma non essendo troppo chiaro riesco ad indossarlo facilmente e nell'ultimo mese mi sono trovata a sceglierlo spesso tutte quelle volte in cui volevo un rossetto sobrio ma non noioso. 



Info utili:

  • Contenuto: 4 ml
  • PAO: 12 M
  • Prezzo: 12.90 €
Iscriviti ai miei gruppi! armocromiabiohaulle paperelle

Tutti i rossetti Dessert à Lèvres sono disponibili da adesso sul sito ufficiale www.nevecosmetics.it e presso tutti i rivenditori del brand con una speciale promozione lancio! 

*per questo post è previsto un compenso. Le opinioni sono sincere, non condizionate, e date esclusivamente dalla mia esperienza con i prodotti.