POISON GARDEN PALETTE NABLA COSMETICS | Armocromia, Swatch, Comparazioni

Poison Garden è la nuova palette di ombretti Nabla Cosmetics. Prima che venissero svelati i colori degli ombretti io ho immaginato un giardino morente e non mi sono dovuta sforzare più di tanto, mi è bastato andare sul balcone a guardare le piante grasse che avevo interrato qualche mese prima. Il verde diventato marcio ha preso le sfumature livide del nero e dell'ottanio. Nel giardino incantato di Nabla non mi è sembrato strano non trovarci un verde mentre mi è sembrato logico trovarci tante sfumature luccicanti. L'oro, il bronzo e l'argento sono i colori dell'effimero, quelli che ci attirano per poi farci sprofondare nell'oblio. Gli ombretti della Poison Garden non sono scontati ne tanto meno banali, ogni singolo ombretto ci apre il cancello ad una sfumatura interessante. Una sfumatura già vista ma in una forma nuova. Come quando ci prendiamo di collera. Siamo sempre gli stessi ma la rabbia che ci avvelena dentro ci fa apparire diversi, ci da un nuovo aspetto. 



La Poison Garden verrà venduta dall' 8 novembre sul sito Nabla Cosmetics e presso tutti i rivenditori fisici ed online del brand al costo di 39,90 €. A differenza delle precedenti palette Nabla contiene 15 ombretti anziché 12. Il packaging è stato rinnovato e si presenta molto più sottile, leggero e maneggevole anche se più largo rispetto alle altre due palette. 


Gli ombretti presenti appartengono a tre delle texture più famose di Nabla: Crystal, una magia di perle estremamente luminosa; Fluimetal, pigmenti quasi cremosi dal finish così metallico da sembrare liquido; Super-matte, texture opaca, cremosa al tatto e dal finish estremamente pieno e vellutato. 

ZODIAC

//SUPERMATTE// IP,IPS
Dalle prime immagini che Nabla ha spoilerato, Zodiac appariva come un normale nero. Sono rimasta sorpresa di scoprire che, invece, si trattava di un blu. Zodiac ha una base nera desaturata in blu che tende all'ottanio. Sulla palpebra scrive molto bene e si può stratificare sino ad ottenere l'intensità che si vuole.

  • Pitch Black è più nero ed ha una leggera componente verde
  • Chiaroscuro è decisamente più grigio
  • Blue Velvet è più acceso e più blu

FABRIC

//FLUIDMETAL// PC
Fabric è un ombretto dalla base color cognac molto calda ed in superficie ha riflessi molto intensi di un argento roseo. E' quel genere di ombretto che scelgo quando vado di fretta e ho bisogno di un unico ombretto capace di aprirmi lo sguardo e dare luce. Sulla palpebra è molto intenso e luminoso.

  • Desire è molto meno pigmentato e risulta più discreto nonostante la base colore sia molto simile:
  • Dazzing della Norvina di Anastasia Beverly Hills è ha base più marrone.

ADORATION

//CRYSTAL// EA
Adoration è l'ombretto più bello di questa palette per l'originalità della texture e della sfumatura. Ero rimasta abbastanza delusa dell'ombretto dalla Texture Crystal presente nella Soul Blooming perché risultava molto granuloso e poco omogeneo sulla palpebra. Adoration è di un altro livello: scrivente, uniforme e super iridiscente una volta applicato. Può essere usato come illuminante viso e come top coat sui rossetti. Si tratta di un bianco ottico trasparente con riflessi indaco e lilla.

  • Sensuelle è più rosato e dorato
  • Philosophy ha una base più trasparente e riflessi tra il celeste e il verde
  • Honey Drip pur avendo la stessa base bianca ha riflessi oro miele
  • 300 di Wemakeup ha riflessi rosati ed una base colore più presente
  • Alchemy ha una base rossa marrone e riflessi turchesi
  • Garden Gate ha una base rosso magenta e riflessi verde acqua

BERRY BITE

//SUPERMATTE// IB
Berry Bite è il colore del succo delle bacche del sottobosco. La sua pigmentazione è molto alta e risulta facilissimo da sfumare sulla palpebra. Ha un croma abbastanza alto e risulta acceso se utilizzato sulla palpebra mobile mentre appare senz'altro più discreto se usato per le sfumature della piega. Sulle pelli nere o scure può essere usato come blush.

  • 130 di Wemakeup è molto più chiaro e tendente al malva
  • Senorita è meno freddo e più pastoso
  • Cherie Shape è più scuro, più grigio e più vinaccia
  • 131 di Wemakeup è più scuro e violaceo

ADAGIO

//SUPERMATTE// IP
Adagio è il marrone scuro di questa palette e la presenza di un marrone scuro è una costante nelle palette Nabla. Personalmente, apprezzo moltissimo questa scelta perché trovo che un marrone del genere sia indispensabile in qualsiasi make-up per fare profondità allo sguardo. Adagio è un marrone scuro dalla temperatura fredda e contiene un'alta percentuale di grigio.

  • Cyprus Umber di Anastasia Beverly Hills è un marrone freddo e non contiene grigio o nero;
  • Caravaggio è un marrone freddo con una base prugna
  • Dogma è un marrone neutro caldo con una base nocciola
  • 121 di Wemakep è un marrone neutro tendente al freddo che risulta più chiaro 

ZEN

//SUPERMATTE// PC
Zen è un color carne medio con una base mattone nocciola. La sua temperatura è neutro calda ed è un ombretto che apprezzo molto come colore di transizione nelle sfumature della piega perché da morbidezza al make up occhi e rende le sfumature meno nette.

  • Sistina ha una base più aranciata e risulta più vivace
  • Gea è più chiaro e pescato

CRAVING

//FLUIDMETAL// IA,EA
Gli ombretti viola sono i miei preferiti e sono quelli che scelgo tutte le volte in cui voglio sentirmi valorizzata. Motivo per il quale ci rimango sempre molto male se poi sulla palpebra risultano scialbi. Su Craving avevo moltissime aspettative che, per fortuna, non sono state deluse. E' un viola freddo vivace con con dei riflessi rosa e argento. Sulla palpebra è luminoso tanto quando sul braccio e presto vi mostrerò su Instagram e Facebook un make up utilizzandolo come protagonista.

  • Celestial di Anastasia Beverly Hill ha una base molto più trasparente che lo rende molto meno intenso sulla palpebra 
  • Inception ha una base marrone scuro ma sulla palpebra scrive meno di quanto avrei voluto
  • Delirium ha una base rossa ed i riflessi argentei sono più compatti

HONEY

//SUPERMATTE// AA
Avevo temuto che Honey fosse un arancione puro e sapevo che non lo avrei mai usato. Invece, è molto più spento e caramellato. Uso spesso toni del genere per riscaldare ombretti troppo freddi e per rendere le sfumature della piega più pastose e morbide. Tra gli opachi di questa palette è senz'altro il più setoso, pigmentato e pieno.

  • Paprika ha una base terra di siena ed è più profondo
  • Cinnamon ha una base marrone e risulta decisamente più scuro

SUBLIMINAL

//CRYSTAL// PA
Ho erroneamente creduto che Subliminal avesse una texture Fluidmetal tanto era metallico e scrivente sulla palpebra. Invece, è un ombretto Crystal ma la sua base colore è molto pigmentata al punto che può essere utilizzato da solo e non necessariamente come top-coat su altri ombretti. E' un oro su una base mandarino e in superficie ci sono riflessi rossi e arancio. Trovo che sia stupendo e sulla palpebra è luce pura.

  • Clementine è un color mandarino puro ed i riflessi oro sono molto delicati 
  • Byzantine ha una base marrone bronzo che lo rende più scuro

ARCHETYPE

//FLUIDMETAL// IPS,ASP
Archetype è uno di quegli ombretti che a vederlo dalla cialda ti sembra quasi banale ma una volta swatchato ti lascia a bocca aperta. E' un marrone tortora con una miriade di riflessi rosa in superficie.
  • Garcon ha una base marrone caldo e riflessi rossi
  • Metal Cupid ha una base rosso ruggine e riflessi rosati

ROSITA

//FLUIDMETAL// IA
Rosita è quell'ombretto che io userò sino a bucarlo sotto l'arcata sopraccigliare e all'interno dell'occhio come punto luce. Ha una base semi trasparente e riflessi rosa e argento. E' molto luminoso e si vede tantissimo sopratutto quando viene colpito dalla luce.

  • Luna ha una base nocciola e riflessi più argentei
  • Sugar è più trasparente e i riflessi tendono all'oro
  • Snowberry ha una base rossa e riflessi rosati

MAJORELLE

//SUPERMATTE// IB
Majorelle è l'unico ombretto di questa palette che non mi piace ma sono sicuramente influenzata dal mio odio per gli ombretti blu. Questa tonalità di blu è stata inventata dal pittore francese Jacques Majorelle ed è un blu cobalto pieno di luce. Un blu a croma alto. Purtroppo questo ombretto risulta molto più tendente al celeste e manca della profondità che caratterizza il blu Majorelle che si vede, per esempio, sui muri di Marrakech. Scrive bene ed è uniforme e si può stratificare per renderlo più inteso.

  • Eternity è un blu scuro più vivace e con riflessi argento
  • Blue Velvet ha un pizzico di verde ed una buona percentuale di grigo che le rende più scuro

NARRATIVE

//SUPERMATTE// ASP,ASC
Narrative è un marrone medio chiaro adatto per creare le transizioni nelle sfumature della piega. all'interno di questa palette è molto utile per rendere più portabile i colori pop e stravaganti presenti.

  • Narciso è più freddo e rosato
  • Illusion è più nocciola e caldo
  • White Truffle contiene più grigio e risulta più scuro
  • Wild Side è davvero molto simile ma risulta più chiaro

OPERA

//SUPERMATTE// IPS,IP
Ma cosa non è Opera? E' il primo ombretto di questa palette che ho usato e sono certa che sarà quello che continuerò ad usare in loop per i prossimi mesi. E' un color prugna freddo super scrivente che si sfuma bene e, soprattutto, non perde intensità una volta applicato sulla palpebra.

  • Cherie Shape è più chiaro e rosato
  • Mimesis è più violaceo e freddo

CANVAS

//SUPERMATTE// PC
Canvas è un color burro su base gialla. Se come me avete un colorito beige/giallo è l'ideale per uniformare la palpebra, pulire le sfumature della piega ed illuminare l'arcata sopraccigliare. Ha una pigmentazione molto alta e su di me funziona molto meglio degli ombretti color carne a base rosa perché mi neutralizza i rossori della palpebra.

  • Chamomile ha un sottotono più caldo e pescato
  • Coconut Milk è più rosato e freddo
  • Antique White è molto più bianco e gessato

La Poison Garden segue lo stesso schema delle precedenti palette di Nabla che è quello di offrire una selezione di ombretti adatti a realizzare un make up occhi completo dall'inizio alla fine senza ricorrere ad altri ombretti fuori dalla palette. Troviamo, infatti, un ombretto chiaro per uniformare la palpebra (Canvas), uno scuro per dare profondità e definizione allo sguardo (Adagio), vari ombretti marroni per le transizioni e le sfumature della piega (Zen, Narrative), ombretti su base trasparente per i punti-luce (Rosita e Adoration) e molti ombretti shimmer da applicare sulla palpebra mobile in base al proprio gusto personale e all'umore del momento. Rispetto alle precedenti palette abbiamo, però, tre ombretti dai colori stravaganti adatti a creare make-up un po' più pazzerelli e diversi dal solito (Honey, Majorelle, Berry Bite). Nel complesso a me è piaciuta moltissimo e mi sentirei di portarla tranquillamente in viaggio perché ha tutto quello di cui ho bisogno quando trucco gli occhi. Gli ombretti hanno una qualità molto buona e risultano molto migliorati nella resa rispetto alle precedenti palette. Le polveri shimmer sono quasi paragonabili a quelle degli ombretti di Anastasia Beverly Hills col vantaggio che sono molto meno polverosi e più pressati. 

Scopri la tua stagione armocromatica:
✅clicca qui

Sul mio canale Youtube trovi il video in cui realizzo questo make up. Corri a vederlo e se ti va sostenimi in questa mia nuova avventura sul tubo.