{Swatch e Recensione} WET N WILD - MegaLast Lip Color

In questi giorni ho avuto modo di innamorarmi di diversi rossetti ed allo stesso tempo sono molto curiosa per le novità che arriveranno (i Diva Crime di Nabla vi dicono niente? *_*). Ho ricevuto il mio primo rossetto Wet n Wild da Sara ed il secondo da Alice, due ragazze adorabili conosciute grazie al blog. Mi sono piaciuti così tanto che mi sono ritrovata ad indossarli ogni giorno. Non avendo la possibilità di acquistarli fisicamente mi sono decisa a fare un ordine online dal sito Douglas e ne ho presi altri sei (due però li ho regalati ad un'amica e, quindi, oggi non li vedrete). Non mi sono fermata qui, perchè per colpa di Ciulla ne ho presi altri tre dagli USA (link del venditore) essendo colori non venduti qui in Europa e sto aspettando che arrivino.


Informazioni Utili

Il brand Wet n Wild viene rivenduto in Italia da Upim, Oviesse e Douglas. On line potete trovarlo su Douglas.it (ss gratis dopo 25€ -  corriere SDA) e su Maquillalia (ss gratis dopo 50€ - corriere GLS). Esistono diverse tipologie di rossetto e quelli che vi mostrerò oggi appartengono ai MegaLast Lip Color, rossetti a lunga tenuta che promettono di durare sino a 4 ore. Il costo per ciascun rossetto è di 2,99€. Il packaging di questi rossetti è plasticoso e dozzinale oltre che poco pratico. Una parte dello stick, infatti, rimane sempre fuori e si rischia di rovinarsi col tappo. Basta fare un po' di attenzione per evitare disastri ma vi sconsiglio comunque di metterli in borsa senza inserirli prima in un case o in un portarossetto. Tutte le colorazioni in mio possesso sono scriventi sin dalla prima passata e scorrono con molta facilità sulle labbra permettendo di ottenere un risultato preciso senza l'ausilio di alcuna matita per il contorno. Discorso diverso va fatto per le tonalità più scure che necessitano di più passate per ottenere un colore pieno senza chiazze. Se dovessi paragonarli a rossetti Mac sceglierei sicuramente la categoria dei Prolongwear Lipstick perchè al momento della stesura sono molto morbidi e cremosi, non sbavano e nel giro di pochi minuti si fissano completamente dando una finitura completamente opaca. La durata di tutti è molto alta, io arrivo tranquillamente a 10h superando egregiamente pasti e merende. Vanno via in modo omogeneo e lasciano le labbra leggermente tinte e piacevoli da vedere. Questi rossetti devo addirittura struccarli e di solito utilizzo l'Olio della Dea de Il Calderone di Gaia perchè rimuove ogni traccia di colore e al contempo mi idrata le labbra. Nel mio caso l'uso continuato di questi rossetti non mi secca le labbra ma mi preoccupo sempre di idratarle per bene prima di indossarli. 

Veniamo adesso alle colorazioni in mio possesso. Le descrizioni che seguono derivano dalla mia visione del prodotto e dei colori, ma non sono verità assolute. Altro aspetto che va considerando quando si parla di rossetti è il sottotono della propria pelle e poi valori come croma e profondità. Alcune di noi, ad esempio, riescono ad indossare colori saturi, accesi e brillanti senza risultarne penalizzate. Un rossetto che su alcune risulta neon in molti casi su di me è assolutamente portabile e non mi involgarisce. In questo caso si dice che il mio croma è alto. Altre ragazze, invece, hanno una profondità alta e riescono a portare con molta naturalezza colori scuri e quasi vicini al nero, io no al contrario. Infine, ci sono ragazze soft che stanno meglio con colori desaturati e con rossetti molto naturali. Faccio queste precisazioni perchè molto spesso mi "rimproverate" che i rossetti a me stanno in modo diverso che a voi. Il motivo è questo. 

ROSE BUD

Rose Bud è un rossetto dal sottotono neutro caldo con una buona componente di rosa e di pesca. La sua intensità è media, motivo per cui su alcune è molto acceso mentre su di me è quasi un mlbb (rossetto un tono più scuro delle mie labbra). Lo trovo molto adatto alle occasioni informali perchè mi conferisce quel giusto equilibrio tra colore e freschezza. 


MAUVE OUTTA HERE

E' un malva con una buona componente di rosa. Il suo sottotono è decisamente freddo. Su di me è addirittura troppo freddo e sento la necessità di bilanciarlo con un blush caldo. Come intensità è anch'esso medio. Lo sconsiglio alle ragazze mediterranee dal sottotono spiccatamente caldo, potrebbe risultare terrificante .-.


SMOKIN HOT PINK

E' un fucsia medio che vira al magenta. Il suo sottotono è freddo ma non così tanto da comprometterne l'uso alle ragazze dal sottotono neutro caldo. Nel mio stash non ho nulla di simile e lo trovo un colore molto bello e perfetto da indossare in qualsiasi occasione.


STOPLIGHT RED

E' un rosso molto freddo e saturo. Risulta molto brillante e acceso. Rispetto a Ruby Woo è più freddo e meno coralloso e si avvicina tantissimo, per finish e tono, a Mac Red. La sua durata è molto alta e faccio spesso affidamento su di lui quando so che dovrò stare un giorno intero fuori casa. Può essere ritoccato facilmente perchè non si secca e non fa strato.



CHERRY BOMB

E' un rosso borgogna con una buona componente di marrone. Risulta molto profondo e sta sicuramente meglio alle ragazze dal sottotono neutro caldo. Non ho molti colori a cui paragonarlo perchè questo è un tono che difficilmente acquisto, mi sono lasciata tentare dal prezzo irrisorio e se siete amanti del genere non fatevelo sfuggire. L'unica accortezza richiesta per l'uso è quella di avere labbra perfettamente lisce e scrubbate (non come le mie in foto, ad esempio). 


SUGAR PLUM FAIR

Lo definirei un mix di borgogna e prugna accarezzato da un velo di viola. Io lo vedo freddo ed assolutamente simile a Rebel di Mac che io odio in quando a stesura, perchè non riesco mai ad ottenere un colore pieno e intenso come vorrei. Sugar Plum Fair lo trovo migliore da questo punto di vista anche se pure lui rispetto agli altri della linea è più rognosetto. 

Considerazioni finali 

Sono follemente innamorata di questi rossetti perchè hanno una texture molto confortevole e durano tantissimo. Ci sono poi diverse tonalità disponibili e il prezzo è più che contenuto. Per chi dovesse chiedermi dell'inci rispondo che non mi sono informata al riguardo ma non si tratta di un brand ecobio quindi da quel punto di vista non mi aspetto nulla di buono, ecco. 



Questa è, infine, la panoramica completa di quelli in mio possesso. Mi riprometto di integrare l'articolo non appena mi arriveranno gli altri tre in viaggio dall' America. 


E voi li avete provati? Quali sono i vostri preferiti? Sono desiderosa di leggere i vostri consigli per acquistarne altri *_*