[Parliamone] Io mi trucco...responsabilmente!

In questi giorni non riesco a stare molto dietro al blog e scrivo sempre meno. Questo rientra nei piani, però. Il blog per me rimane una passione, uno svago per quando ho tempo libero. Non mi piace dire "DEVO scrivere tante recensioni". Eh no, io di solito le cose che DEVO fare sono proprio le cose che non sopporto fare. Io ad esempio, DEVO fare la ceretta e inutile dirvi che a misshaul questa attività non piace.



Oggi torno con delle considerazioni. Niente polemiche, non tremate! :P Da quando ho spiaciato alcune pagine e blog, sui miei spazi è tornato il sereno. E cercherò di non turbare mai più questo meraviglioso equilibrio che si è creato. Mi inorgoglisce vedere tutta la vostra partecipazione sulla pagina e sul blog e mi dispiace quando non riesco a rispondere ad alcune di voi.

Le considerazioni riguardano gli acquisti compulsivi. Sono sempre cresciuta in un ambiente sereno e con un nonno che aveva vissuto la fame della seconda guerra mondiale. Quando poi, come la chiamava lui (ciao nonnino, mi manchi), è iniziata l'epoca del benessere in casa le scorte non mancavano mai. Scorte di pasta, zucchero, frutta, carne. Mia mamma essendo cresciuta in una famiglia piena di scorte non poteva che fare lo stesso anche nella sua nuova famiglia, la nostra. Quando apro lo sportello della pasta, ve ne sono almeno 30 pacchi. Lo stesso per qualsiasi altro bene di prima necessità e non. A casa mia non ho mai visto un bagnoschiuma, ma almeno dieci. Ho, quindi, sempre avuto la necessità inconscia di avere più prodotti di uno stesso genere. Compravo uno shampoo, poi un altro e un altro ancora. E mi ritrovavo ad averne comprati dieci nel giro d'un mese. Poi magari per i sei mesi successivi non ne compravo più (si, non abbiamo l'albero dei soldi) ma mi ritrovavo comunque a dover smaltire roba che magari con il passare del tempo non apprezzavo.

Con i trucchi nemmeno a dirlo era lo stesso. Le offerte poi sono il male. Quando mi trovo davanti ad uno sconto non capisco più nulla. Mi ritrovo a comprare dieci rossetti (dei quali probabilmente non ne userò nemmeno due) credendo di spendere meno. Ed, invece, mi ritrovo ad aver speso il doppio dei soldi che costava il rossetto che davvero volevo.

Per arrivare alla conclusione che mi serve avere solo quella poca roba che uso mi ci è voluto tempo (e denaro). Il mio percorso è iniziato da meno di sei mesi.

Cercherò di essere chiara ma dubito di riuscirci. Mi dava fastidio:

  • ritrovarmi con tanti trucchi low cost presi durante sconti e promozioni che non usavo perchè o non mi piacevano o erano di pessima qualità o erano doppioni
  • ritrovarmi diversi prodotti nuovi, ma non riuscire ad utilizzarli o perchè mi dispiaceva o perchè li destinavo ad occasioni più importanti (???)
  • ritrovarmi piena di roba ma senza quei prodotti che effettivamente mi servivano.
Il primo passo è stato quello di buttare\vendere\regalare i prodotti che non usavo e non mi servivano. Giungere a questa conclusione non è mica facile. Alla fine ti ci affezioni alle cose. Pensi che quel rossetto, anche se non lo hai usato nei mesi passati, potrebbe comunque servirti in futuro. Così mi sono imposta di controllare con che frequenza usassi i prodotti. Se dopo 3 mesi rimanevano accantonati allora vuol dire che non mi servivano e che potevo pure darli via.

Il secondo passo è stato quello di non comprare più da brand low cost e durante le offerte e le promozioni, se non a delle specifiche condizioni. Relativamente ai prodotti low cost (parlo di make up): il mio pensiero non è quello che solo i prodotti MAC sono buoni e validi. Il mio ragionamento è più pratico: ho acquistato 10 rossetti MUA (= 13,50€) e non sono riuscita ad usarne neanche uno perchè non mi piaceva la resa. Se avessi aggiunto 5€ mi sarei presa un rossetto MAC che da tanto desideravo e in fin dei conti risparmiavo. Ho acquistato su un altro sito 4 palette per un totale di 50€, la Naked mi sarebbe costata meno e l'avrei usata di più. Se, invece, mi capita di leggere una review (di più blogger di cui mi fido) che parla bene di un certo prodotto low cost che mi serve allora lo compro. Lo stesso per i prodotti in sconto. Se da diverso tempo voglio un certo ombretto kiko, il momento opportuno sarà prenderlo in saldo. Sarà sbagliato prendere dieci ombretti kiko solo perchè erano in saldo. Sono anche molto fiera ed orgogliosa di non aver ceduto nemmeno alla promozione #tuttepazzeperpupa. Ok che sono in sconto, ma se non mi servono non miservono. In questo processo leggere review e fidarsi di opinioni di amiche aiuta. Comprare d'istinto non mi ha mai portato a buoni affari :\

Il terzo passo è stato quello di usare i prodotti che tenevo conservati per occasioni speciali. A me capita sempre più spesso di trovarmi un prodotto nuovo e di non riuscire ad usarlo perchè penso "ma no, è un peccato! conservalo!". Ma scusa, allora perchè l'ho comprato?! O.o 

Il quarto passo è quello di comprare quello che mi manca responsabilmente. So per certo che mi servono degli ombretti nude, il rossetto mlbb (my lips but better) e un correttore. Sto valutando i prodotti migliori per le mie esigenze. Per gli ombretti nude pensavo di ovviare a questa mancanza prendendo la Elegantissimi di Neve. Me la consigliate?

Infine, ringrazio il post di Shopping&Reviews per avermi fatto capire che anche se non siamo sommerse di roba riusciamo comunque a vivere. 

Tirando le somme, così facendo sto meglio. Quando guardo i miei trucchi e posso controllarli a vista d'occhio mi sento realizzata. Sono ancora ii fase di allestimento perchè come accennavo prima mi mancano alcuni prodotti di cui sento la mancanza. Ma non c'è fretta. Non serve acquistare oggi un prodotto sbagliato, posso aspettare domani per quello giusto.

Quindi, io mi faccio i complimenti! Perché quando vedo le nuove uscite della varie case cosmetiche riesco a resistere alla tentazione di piazzare un ordine. Complimenti a me perchè oggi mi trucco responsabilmente! Ecco!


Volevo scrivere questo post da tempo e sono felice di aver trovato oggi la concentrazione giusta. Sarei felice di leggere le vostre esperienze in merito.

*fonte immagine di copertina qui