{Parliamone} Come *recensire* un campioncino...

Scrivere è una passione. E le passioni conoscono periodi di magra e di piena. In quest'ultimo periodo a causa del caldo la voglia di farlo si riduce ai minimi storici. Oggi, però, ho trovato spunto da un argomento trattato sul mio gruppo *Le amiche di MissHaul* (dove siete tutte inviate) e quindi vi beccate un nuovo post.

In tempi di crisi, come questi, capita sempre più spesso che ci troviamo davanti un misero campioncino piuttosto che una full size di prodotto. Molte blogger sono orgogliose e davanti a quella bustina inorridiscono e dicono *come faccio a recensirlo???*. La risposta è semplice. Non devi.

Nessuno si aspetta che da 5ml di prodotto esca fuori una recensione completa. Quello che la gente vuole leggere sono solo impressioni. Mi capita che non appena pubblico una foto di un nuovo prodotto mi venga subito chiesto *com'è?*. In quei casi ho fatto solo un'applicazione del prodotto e posso limitarli a descriverlo e a fornire qualche sensazione. Le stesse informazioni possono darsi riguardo ad un campioncino.

Chi legge ha bisogno di un consiglio, magari perchè si fida della nostra opinione.

Quindi non spaventiamoci ma agiamo per gradi. In questo post vi mostro i miei criteri per approcciarmi ad un campioncino.

Organizziamoci

Tenere i campioncini sparsi per tutta la casa non ci aiuterà. In questo modo non sapremo mai quanti ne abbiamo. Il mio consiglio è di riunirli tutti in una scatola o in un cassettino. Io ad esempio ho una scatola piena e questo contenitore:


Sarà molto utile anche dividerli per genere. Le creme corpo da una parte e quelle viso da un'altra. Così per shampoo, balsamo, profumi, ecc. Io di solito raggruppo tutte le bustine e le fermo con un elastico

Rendere il campioncino usufruibile

Usare il prodotto dalla bustina non è mai troppo comodo e sopratutto non è sicuro per la conservazione del prodotto stesso. 5ml di crema viso in bustina sembreranno niente rispetto a 5ml di crema viso in una jar. Il mio consiglio è quello di travasare il contenuto in una jar. Vi basterà tenere una jar per la crema viso, una per il contorno occhi, una più grande per la crema corpo e una per il balsamo. Lo shampoo poi vi consiglio di diluirlo sempre. In questo modo sarà più delicato sui vostri capelli e riuscirete ad apprezzare meglio quegli 8ml della bustina. 

Ecco le jar che io uso regolarmente:


Potete o comprarle da siti come Neve Cosmetics o dai cinesi o riciclare quelle che avete già. Ormai reperirle è piuttosto facile. Usare quantità ridotte di prodotto vi aiuterà anche a fare i conti con le *vostre quantità*. Ogni prodotto ha una resa diversa, ma imparerete a capire che se andate fuori per un weekend non serve portarsi dietro il barattolone da 100ml di crema viso. Vi basterà una jar da 5ml. Fare i conti con le quantità ci farà risparmiare tempo e spazio. E impareremo a sprecare di meno. In viaggio potete pure travasare il fondo liquido, la cirpia, tutto.

e adesso che recensione scrivo?

Se siete blogger e dovete scrivere qualcosa su un campioncino che vi è stato omaggiato da un'azienda potete usare qualche accortezza per dire quanto di meglio potete su quel prodotto. Io mi baso su questi aspetti:
  • consistenza (liquida, densa, cremosa, compatta)
  • colore (descrizione poco importante. Ma sempre meglio dire qualcosa in più che in meno)
  • odore (pungente, persistente, delicato, fresco, assente, ect. Su questo aspetto date quante più informazioni possibili)
  • prima impressione. Quando stendo una crema sul viso per la prima volta so già se mi piace o no. Mi rendo subito conto se si assorbe, se unge, se nutre, se secca. Dare queste informazioni è utile. Se io ho la pelle grassa e leggo che una crema unge probabilmente non la comprerò. Certo le condizioni climatiche comportano rese diverse di uno stesso prodotto, ma un'impressione seppur relativa torna sempre utile quando stiamo per formarci un'idea su un prodotto. 
  • chiedetevi se lo comprereste. Se do una prima impressione positiva e poi so in cuor mio che non ricomprerò mai quel prodotto è onesto dirlo anche a chi legge. Motivare poi questa scelta (anche un semplice *è troppo caro*) offre degli strumenti ulteriori di valutazione a chi è interessato a quel prodotto. 
  • dare informazioni sul prodotto full size. Dire dove un prodotto può essere acquistato e a che prezzo rende più completa la nostra opinione. 
  • essere sincere. Se dopo 5ml di prodotto non siete riuscite a formarmi neppure una prima impressione, ditelo. Dite chiaramente *non so se mi piace o no*. Chi legge capirà.
  • non pensiamo troppo al dopo. Dare una prima impressione senza aver provato il prodotto a lungo non ci rende responsabili di nulla. Non possiamo preoccuparci di allergie, irritazioni, dermatiti e quant'altro. Quando si compra un prodotto fidandosi di un'opinione altrui è sempre un terno al lotto. Viviamo la fase di testing più serenamente senza pretendere troppo da 5ml di prodotto.

Ad esempio Floriana di Il mio piccolo Angolo ha già travasato i suoi campioncini e si è accorta di come la percezione delle quantità cambi. Spero di esservi stata utile. E voi che rapporto avete con i campioncini. Da quando uso questi accorgimenti il mio rapporto con essi è cambiato del tutto. Prima li odiavo, adesso sono sempre curiosa di aprire e provare una nuova bustina anche solo "per consumarla".

Tempo fa ho addirittura aperto una rubrica dedicata ad essi ---> [Le mezze-recensioni]